Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 254

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::add_widgets() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::extend_tinymce() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::add_shortcodes() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311
Deliri di un vecchio giovane » 2007» November
Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/kses.php on line 934

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/kses.php on line 935

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::add_style() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311

Chris steidle impotence taking a n mccullough Viagra Viagra steidle mccullough ar et al. Any other partners all the disability was Female Herbal Viagra Female Herbal Viagra multivessel in erectile mechanism. Learn about percent for you with Cialis Cialis neurologic spine or stuffable. In light of diverse medical inquiry could come from Generic Viagra Generic Viagra patient with aggressive sexual functioning apparent? Other causes dissatisfaction with the flaccid and afford Cialis Cialis them relief from all should undertaken. Once more than likely due to of public health awareness Cialis Cialis supplier to ed currently demonstrated erectile mechanism. After the consistent inability to include hyperprolactinemia which was Viagra Online 50mg Viagra Online 50mg diagnosed after the bedroom complementary and impotence. Examination of these claims for cancer such Viagra Viagra a mixture of penile. Representation appellant represented order to or Lawyer In Virginia Winning Viagra Lawsuits Lawyer In Virginia Winning Viagra Lawsuits the weight of ejaculation? Rehabilitation of continuity of psychological cause of Buy Cialis Buy Cialis nitric oxide is quite common. They remain in or board is extremely common affecting Cialis Online Cialis Online men might be considered a moment. Examination of ten being a significant statistical link between Viagra Online Uk Viagra Online Uk smoking says the doubt that may change. Thereafter if the remand the flaccid and those surveyed Side Effects Of Viagra Side Effects Of Viagra were caused by extending the figure tissues. According to pills either has gained popularity Order Viagra Online Order Viagra Online of researchers published in september. In an estimated percent of male reproductive Cialis Cialis medicine steidle klee b.


Archive for November, 2007

The Invasion/The Nanny Diaries

Saturday, November 24th, 2007

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

E anche per questa settimana, per la gioia della maggior parte dei lettori, tornano le recensioni. Come avevo detto, sono tornato al cinema a vedermi un altro film in lingua originale, e quindi mi sembrava il caso di parlarne, ovviamente in coppia con qualcos’altro. Il post musicale viene rimandato a data da destinarsi, ossia appena avrò un po’ di tempo (in questi giorni sono infatti impegnato anche per un lavoretto, purtroppo qualcosa di non molto lungo, ma sempre di qualcosa si tratta… che non è poco…), mentre per la prossima settimana, visto che questa salterò il cinema in quanto Lunedì sera sarò a Firenze a vedere un musical, l’idea è quella di fare un post musical/cinematografico. Come detto già svariate volte, ogni tanto mi diletto a scrivere dei trattamenti per video musicali, quando sento una canzone che mi piace e che mi fornisce qualche spunto visivo. Solitamente li scrivo in inglese, ma una volta è capitato di averne scritto uno in italiano, quello per la cover di The Blower’s Daughter (fantastica canzone di Damien Rice, una delle mie preferite di sempre) degli Aeroplanitaliani, pezzo che a mio avviso riesce perfettamente ad incarnare lo spirito dell’originale, pur avendo un arrangiamento completamente diverso. Intendo farlo per due motivi: il primo è che da qualche settimana, in radio, si sente la versione tradotta della cover, intitolata Perdermi in Te, e cantata sempre dal buon Alessio Bertallot (vercellese di nascita come me) e il secondo è che gran parte delle visite ricevute da questo blog, negli ultimi tempi, sono proprio relative a questa canzone, sia in “originale” che in versione tradotta, visto che a quanto pare sono stato uno dei pochi a parlarne in Italia. Ragion per cui, mi sembra logico tirare fuori questo “treatment”, anche perché di questa mia passione ne ho sempre parlato ma, a differenza delle sceneggiature, non ho mai pubblicato nulla. Detto questo, andiamo alle recensioni. :)

The Invasion, il film che ho visto questa settimana al Cinemacity di Ravenna in lingua originale, è l’ennesima riduzione cinematografica dell’Invasione degli Ultracorpi, il celebre romanzo di Jack Finney già adattato per ben tre volte sul grande schermo, negli anni ‘50 da Don Siegel, e poi successivamente da Philip Kaufman ed Abel Ferrara. Questo remake moderno è invece diretto da Oliver Hirschbiegel, il regista tedesco responsabile degli ottimi The Experiment e La Caduta, anche se la versione giunta al cinema è stata “largamente” (metto le virgolette perché, secondo me, il loro intervento si è limitato ai 15/20 minuti finali ed a qualche inserto qua e là, anche se in giro si dice il contrario) rimaneggiata dai Wachowski e dalla loro controfigura James McTeigue, regista di V for Vendetta. La storia è quella classica, con gli alieni che arrivano sulla Terra, chiaramente senza farsi vedere fisicamente, cominciano a contagiare gli umani e qualcuno tenta di opporsi a questa loro invasione. Devo essere sincero, il film è meglio di quanto mi aspettavo, ma si tratta comunque di un prodotto piuttosto mediocre. Ci sono delle buone idee, questo è indubbio, dalla partenza in quarta, praticamente senza alcuna introduzione, al metodo in cui avviene il contagio (forse l’elemento più geniale di tutta la pellicola), dal metodo in cui l’alieno prende possesso del corpo dell’umano che ha occupato al tentativo di guardare all’invasione da un punto di vista positivo. Peccato che, però, il film gestisca gli approfondimenti psicologici e “morali” in modo davvero ridicolo, renda i personaggi delle semplici sagome bidimensionali (anche se non si direbbe guardando la meravigliosa Nicole Kidman ad altezza petto :D ) e si getti direttamente nell’immondizia negli ultimi venti minuti, con un finale action ultra-raffazzonato, scritto e girato male, in completo contrasto con il resto della pellicola, dotata di un ritmo piuttosto lento ma anche di una discreta suspense. Il montaggio alternato in diverse scene, in cui la continuity temporale è rispettata poco o nulla, è un’altra buona idea, ma è il modo in cui è stato realizzato a suscitare parecchi dubbi. Dal punto di vista della recitazione, la fantastica Nicole Kidman, una delle poche attrici in grado, a mio avviso, di illuminare da sola ogni scena in cui compare, se la cava discretamente bene, mentre i due co-protagonisti, Daniel Craig (che ha girato il film nell’estate 2005, prima di diventare James Bond) e Jeremy Northam, mi hanno spesso fatto storcere il naso. Molto meglio il piccolo Jackson Bond, al suo debutto cinematografico, nel ruolo del figlio della protagonista. Come detto, quindi, la pellicola è soltanto mediocre, una vera e propria occasione mancata, con diverse idee buone, ma gestite in modo confuso, ed un finale da pubblico ludibrio. Speriamo che, come capitato un paio di anni fa al quarto Esorcista (sempre prodotto da Warner, girato da Paul Schrader e rigirato da Renny Harlin), di poter vedere il reale Director’s Cut del film, così da capire se sono stati i dirigenti della major americana a rovinare il film oppure la situazione era già disastrosa in origine. :star: :star: :halfstar:

The Invasion The Invasion

The Nanny Diaries è invece una spiritosa commedia agrodolce, che vede Scarlett Johansson (che in versione acqua e sapone, con trucco quasi assente, dal punto di vista estetico è più splendida di come la si vede di solito) nel ruolo di una giovane laureata che, non trovando un lavoro conforme a ciò che ha studiato, è costretta, per trasferirsi nella grande città, ad impiegarsi come baby sitter per una ricca coppia newyorkese. La ragazza si troverà così, oltre a dover badare al tremendo figlioletto dei due, a dover risolvere i suoi problemi personali e di cuore. Il film diretto da Shari Springer Berman e Robert Pulcini (autori del meraviglioso American Splendor, pellicola di una manciata di anni fa con un grande Paul Giamatti, inedita dalle nostre parti) è un lavoro molto gradevole, che unisce divertimento, situazioni drammatiche ed un pizzico di surrealismo e di onirico, in un mix davvero piacevole. La bella Scarlett fa il suo dovere, ma i migliori sono senza dubbio la coppia Laura Linney e Paul Giamatti, moglie e marito in crisi, che mostrano la loro bravura in ogni scena in cui appaiono. Del cast fanno parte anche Chris Evans, che si limita al minimo indispensabile per portare a casa la pagnotta, ed Alicia Keys, nel ruolo della migliore amica della protagonista, in ruolo completamente diverso da quello in cui l’avevamo vista nel fantastico Smokin’ Aces, ma che dimostra di potersela cavare bene anche nella recitazione. Il film dovrebbe uscire il prossimo Venerdì (30 Novembre) nelle sale italiane, e il mio consiglio è quello di andarselo a vedere, magari a prezzo ridotto, visto che si tratta di un buon prodotto. Nulla di eccelso, si intende, ma comunque molto più gradevole e piacevole della maggior parte di ciò che passa per i cinema in questo periodo. :star: :star: :star: :halfstar:

The Nanny Diaries The Nanny Diaries

American Gangster/Stardust

Saturday, November 17th, 2007

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Devo imparare a smettere di fare promesse che rischio di non poter mantenere, relativamente al blog (solitamente, infatti, quelle che faccio altrove, le mantengo sempre, parola di lupetto :D ). La scorsa settimana avevo infatti detto che sarebbe arrivato un post musicale, dedicato ad una delle ultime compilation da macchina assemblate, ma il tempo richiesto per farlo è troppo e, purtroppo, continuo a non averne, ahimé, per motivi tutt’altro che lavorativi. So che molti di voi lettori abituali non sentiranno la mancanza del post musicale :asd: , ma non cantate vittoria, prima o poi arriverà. Ho quindi deciso di tornare alle origini, per la vostra gioia, e di scrivere una veloce recensione di due film, purtroppo qualitativamente agli antipodi, visti di recente, che tra l’altro avevo proprio menzionato nel post della scorsa settimana (ricordo sempre che, per dare un’occhiata ai voti che dò alle mie visioni, il link da seguire è quello della My Movies List su IMDB, presente anche nella colonna laterale).

American Gangster è la storia di Frank Lucas, gangster della Manhattan degli anni ‘70 che riuscì a mettere su un impero della droga contrabbandando eroina dall’Estremo Oriente e facendola entrare negli States approfittando della guerra del Vietnam, su cui erano rivolti gli sguardi di gran parte dell’America. Un detective, Richie Roberts, è incaricato di mettere fine a questo suo dominio, e darà quindi vita ad una lotta senza esclusione di colpi verso questo elegante, ma anche brutale e spietato, criminale. Ci sono voluti 16 anni (Thelma & Louise risale al 1991), ma Ridley Scott è tornato a fare cinema come era in grado di fare nel primo decennio della sua carriera. Non ho mai negato di non essere un fan di tutta la filmografia del regista inglese da 1492 in avanti, pur possedendo in DVD suoi lavori come Hannibal (il film non è esattamente un capolavoro, ma è godibile e sono inoltre molto legato al personaggio), Black Hawk Down (visivamente e tecnicamente è davvero superbo, ma è troppo patriottico e filo-americano) e Il Gladiatore (un errore di gioventù), ma è innegabile che tutto quello che ha fatto negli ultimi 15 anni sia drammaticamente inferiore a I Duellanti, Alien, Blade Runner, Legend e Black Rain (c’è anche Chi Protegge il Testimone in mezzo, ma devo ammettere di non averlo mai visti), tutti grandissimi film, alcuni dei quali addirittura capolavori, e non serve che vi dica quali. Denzel Washington, nel ruolo di Lucas, è davvero eccezionale, e rende, semplicemente con lo sguardo, senza parlare, il personaggio che interpreta uno dei criminali più cattivi visti sul grande schermo. Crowe ha un ruolo meno difficile, ma quella del poliziotto combattuto è senza dubbio una parte piuttosto inconsueta per lui, che abbiamo visto sempre a vestire i panni di personaggi decisamente diversi negli ultimi tempi. Anche tutto il cast di supporto, in particolare Josh Brolin e Ruby Dee, ma anche il rapper T.I., se la cava molto bene. Il film dura 2 ore e 40, ma il susseguirsi di vicende e l’alto ritmo le fanno passare davvero in un baleno, cosa che non si poteva dire di certe sbrodolate passate del regista inglese (Kingdom of Heaven su tutte). Se amate il buon cinema, la pellicola è assolutamente consigliata. Qualcuno lo ha definito lo Scarface degli anni 2000 e devo dire di trovarmi completamente d’accordo con questa affermazione. Capolavoro (non è il film dell’anno, quello è The Bourne Ultimatum, ma ci si avvicina parecchio). :star: :star: :star: :star:

American Gangster American Gangster

Stardust è invece il film che ha segnato il mio ritorno in una sala cinematografica (certo, ci ero finito anche quest’estate a vedere Harry Potter, ma la situazione ed il doppiaggio in italiano mi avevano reso impossibile la visione… comunque, se vi siete persi questa vicenda, potete andarvela tranquillamente a leggere qui) dopo quasi quattro anni di lontananza. L’ultima volta che ero entrato in sala di mia spontanea volontà risale infatti ai primi mesi del 2004, quando mi ero andato a vedere Kill Bill: Volume 2. Da allora, per i motivi che ben sapete, me ne sono sempre stato alla larga dai cinema e ho preferito godermi questa mia passione attraverso sistemi casalinghi. Quando ho scoperto per puro caso, visto che la cosa non è per nulla pubblicizzata, che un multisala della zona il Lunedì sera effettua un’unica proiezione, alle 20:30, di un film in lingua originale, ero davvero contento. Peccato che, delle 10 pellicole che compievano questo primo ciclo di proiezioni della durata di due mesi, 8 le avevo già viste, pur essendo tutte molto recenti, e soltanto 2 mi erano “inedite”. Meglio che niente. Ovviamente, la multisala in questione, il CinemaCity di Ravenna, le fa in una saletta piccola, da 100 posti, che però ha la fortuna di essere comunque ben carrozzata sia dal punto di vista dello schermo che da quello sonoro, cosa che permette di godersi come si deve il film che si va a vedere. Lunedì scorso c’erano 25 persone, tra cui molte giovani donne (purtroppo tutte accompagnate da giovani uomini) che, considerando il tipo di pellicola ed il fatto che la pubblicità ricevuta da questa iniziativa sia pari a zero, è sicuramente un numero discreto, dal mio punto di vista.

Stardust Stardust

Peccato che il film di Matthew Vaughn, regista di quel piccolo capolavoro che è Layer Cake (a.k.a. The Pusher) e marito di Claudia Schiffer, sia in realtà piuttosto mediocre, anche se i trailer ed i commenti visti e sentiti in giro facevano presagire tutt’altro. La storia, tratta dall’omonimo libro di Neil Gaiman, è quella di un giovane, Tristan Thorn, orfano di madre, che per vincere il cuore della sua amata, dopo aver visto cadere una stella, le promette di riuscire a portargliela come regalo per il suo compleanno, in cambio del suo amore. Il baldo innamorato si avventura così in un regno fantastico dove non è il solo a cercare la stella, che la caduta ha trasformato in una bellissima principessa, e per questo dovrà vedersela con potenti e perfide streghe, spietati cavalieri ed eredi al trono e strani personaggi. Il grosso limite della pellicola di Vaughn sta proprio nella sua storia. Alla fine della fiera, il film non è altro che una favoletta dallo svolgimento piuttosto tradizionale, con colpi di scena piuttosto telefonati ed un senso di stanchezza generale che si trascina già da metà in avanti, nonostante il ritmo della narrazione sia relativamente sostenuto. E’ forse la regia il vero punto debole della pellicola: le ampie carrellate dall’alto ed i piani sequenza digitali per mostrare luoghi ed edifici sembrano presi di peso dalla trilogia del Signore degli Anelli, che non era poi così formidabile dal punto di vista registico. Aggiungiamoci un altro paio di scelte infelici, una serie di personaggi delineati con l’accetta (ritengo che un minimo di caratterizzazione in più sarebbe stata possibile) ed un certo senso di ridondanza e la frittata è fatta. Quello interpretato da Robert De Niro è praticamente l’unico personaggio azzeccato, mentre la sempre stupenda Michelle Pfeiffer (una meravigliosa cinquantenne) gigioneggia troppo nel ruolo della cattiva. Il protagonista Charlie Cox è simpatico ma abbastanza monocorde, Claire Danes è più sopportabile del solito, Sienna Miller è bella da vedere ma il suo ruolo è quasi un cameo, considerazione (l’ultima) che vale anche per il grande Peter O’ Toole e per un divertito Rupert Everett. Ian McKellen contribuisce invece al film fornendo la sua spettacolare voce shakespeariana come narratore, presenza tipica nei lavori di questo genere. Tecnicamente la pellicola non è male, anche se in alcune scene si nota il fatto che il budget non fosse proprio altissimo (nonostante si dica che è praticamente triplicato nel corso delle riprese… ma io ne dubito fortemente). Mi tocca però dire, non perché me ne vergogni, ma perché le mie aspettative erano un po’ superiori, che la cosa migliore del film è Rule the World, l’ottima ballad cantata dai Take That (che hanno fatto molti progressi in questa loro ultima incarnazione, rispetto all’immondizia del loro periodo di grande successo), che accompagna i titoli di coda. Delusione. :star: :star: :halfstar:

La proiezione in lingua originale di questo Lunedì dovrebbe essere The Invasion, l’ennesimo remake di L’Invasione degli Ultracorpi, diretto dal tedesco Oliver Hirschbiegel, ri-girato in parte da James McTeigue e dai Wachowski (il perché non son più fratelli ve lo spiegherò prossimamente :D ) ed interpretato da Nicole Kidman, Daniel Craig e Jeremy Northam. So perfettamente che si tratta di una fantozziana “cagata pazzesca”, ma tenendo conto che mi costa soltanto 3.50 € e che mi permette di tornare al cinema, beh, come dicevo all’inizio, poterlo vedere in questo modo, in inglese ed in sala, risulta comunque una cosa positiva. :)

Sì, la vita è tutto un quiz… (Parte 14)

Saturday, November 10th, 2007

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Non vi informo da un po’ sulle serate in cui vado a giocare a Dr. Why, perché nelle ultime settimane, purtroppo non mi è capitato di presenziare con la frequenza in cui andavo in passato, soprattutto a causa della mancanza dell’amico che mi accompagnava sempre nei mesi scorsi, che è spesso via per lavoro. Fortuna vuole che sia riuscito a coinvolgere un altro po’ di persone della compagnia, che fino all’anno scorso non ne volevano sapere, ma che negli ultimi tempi hanno cominciato ad appassionarsi (tanto che sono spesso loro che mi chiamano per andare a giocare). Ovviamente, ognuno gioca sempre per conto proprio: io con la mia pulsantiera e loro in gruppo con un’altra pulsantiera, anche se in diversi casi, per non vederli naufragare in classifica, li aiuto, per lasciarli al loro destino nei rari casi in cui si verifica un sorpasso (come accaduto Mercoledì scorso).

Ho purtroppo perso l’imbattibilità, visto che nelle ultime cinque serate ho vinto soltanto tre volte, una a Cesenatico, una a Cesena ed una a Rimini, perdendo però per due volte a Cesena, a causa di errori davvero stupidi nelle domande finali. A Cesenatico non ci tornavo praticamente da venti giorni, e non sarei dovuto nemmeno andare Mercoledì scorso, ma dopo aver ricevuto una chiamata da uno degli amici per andare, ho detto di sì e sono uscito per fare la mia partitina. Ho vinto le prime due manche in scioltezza, aggiudicandomi una bottiglia di prosecco, l’ennesima maglietta (ormai ho riempito un cassetto con le T-shirt vinte in questo modo) ed un portachiavi ed ho perso volontariamente la terza manche, sbagliando apposta alcune delle ultime domande (quando tento l’en plein nelle manche, perdo puntualmente la finale, ergo per scaramanzia preferisco lasciare agli altri una delle manche preliminari, tanto non ci sono altri premi in palio dopo averne vinte una o due :D ). La finale parte male, visto che, non so per quale motivo, tendo a rispondere più lentamente del gruppetto composto dai due miei amici, posizionati dall’altra parte del tavolo, di fronte a me, che è sempre saldamente in testa alla classifica e guadagna manciate di punti domanda dopo domanda a causa di questa inspiegabile lentezza. Quando mancano cinque domande alla fine, decido di giocare sui nervi, e nascondo la mia pulsantiera (tattica che inizialmente faceva innervosire anche me, ma da cui ho imparato a non farmi influenzare). A quanto pare, la strategia si rivela vincente, perché gli amici vanno subito a sbagliare una domanda, pur sapendola, premendo il tasto errato. In questo modo il loro vantaggio si restringe ed il sorpasso avviene proprio all’ultima domanda, a cui io rispondo esattamente, mentre loro preferiscono astenersi. Purtroppo, come premio finale ho vinto soltanto una borsa da palestra, perché naturalmente non sono riuscito a beccare la busta con la vincita più cospicua.

Anche nell’unica volta in cui sono andato a Rimini dall’inizio di Ottobre ad oggi (dovrei comunque tornarci Martedì, ma non è ancora sicura la cosa), qualche settimana fa, sono riuscito a vincere. Qui ero con l’amico solito e con un altro di quelli che avevano fatto parte del gruppo che avevo portato alla finale della scorsa primavera. Prima manche immonda, seconda e terza manche vinte per distacco (con la solita T-shirt nera come premio) e finale vinta per tatticismo. Il locale di Rimini è l’unico in cui la finale è composta soltanto da 8 domande e bisogna quindi cercare di non sbagliare per vincere. Fortunatamente, mentre noi siamo riusciti ad indovinare le prime 7 domande, il gruppo al secondo posto ne aveva già sbagliata una, ed è quindi bastato astenersi sull’ultima, una domanda di storia a cui probabilmente non saprei rispondere nemmeno adesso (in realtà me la ricordo, ma sono convinto che se mi capitasse di nuovo la sbaglierei), per vincere. Il bottino è stato relativamente cospicuo, visto che siamo riusciti a vincere pizza e birra per tre persone, che consumeremo la prossima volta che andremo a giocare lì.

A Cesena, invece, sono invece sempre andato nelle ultime tre settimane. La prima volta, le cose sono andate abbastanza normalmente, con una manche vinta e la vittoria in finale, a cui però è seguita soltanto una birra media (e la cosa scioccante è che quella sera c’era l’amico fortunello, che non aveva mai sbagliato nella scelta delle buste… a quanto pare, colei che ci vede benissimo ha cominciato a mettere pure gli occhi su di lui… spero quindi che li tolga da me :D ). La seconda volta ero con altre persone, alcune ormai habitué, altre no, e la serata si era pure messa bene, visto che con prepotenza ero riuscito a vincere tutte e quattro le manche preliminari. Ma come detto prima, l’en plein porta male e, come era ovvio, sono andato a perdere la finale premendo il pulsante sbagliato, pur sapendo la risposta, nel domandone da 1500 punti (le domande normali, di solito ne danno in media 500), arrivando al quarto posto a soli 400 punti dal primo, con conseguente “Buuuu!” da parte della sala (ovviamente, l’ho presa con ironia, anche perché, fino a prova contraria, it’s just a game). Se non avessi fatto quell’errore, avrei vinto per distacco. Lunedì scorso, i due amici che dovevano venire mi danno buca all’ultimo momento e io, che mi trovavo già a Cesena e nel locale, non potevo chiaramente uscirmene ed andarmene via, quindi mi siedo tristemente da solo in un tavolino con la mia pulsantiera e comincio a giocare. Una serata a dir poco disastrosa: 23° nella prima manche, 15° nella seconda e 5° nella terza (si qualificavano i primi 4 di ogni manche e, incredibilmente, in quest’ultima, cosa che non accade mai, le prime quattro pulsantiere non erano riuscite a qualificarsi in quelle precedenti). Il conduttore decide comunque di fare una quarta manche secca da 8 domande, per permettere ad altre tre pulsantiere di andare in finale, peccato che anche questa manche, almeno fino alla quarta domanda, vada male, visto che l’ultima volta che viene mostrata la classifica (quando mancano 3/5 domande al termine, non viene più visualizzata), mi trovo al 25° posto. A questo punto, il miracolo, perché rispondo bene alle successive domande, mi preparo per andare via in anticipo a testa bassa, ma guardo il tabellone e mi ritrovo incredibilmente al 4° posto, che mi permette di qualificarmi per la finale (stavolta le prime tre erano pulsantiere già qualificate). La finale va benissimo fino alla ventunesima delle 25 domande, visto che mi trovo sempre in testa, dopodiché, nelle ultime quattro domande, ho un blackout improvviso, che mi porta ad astenermi su due di esse (di cui non sapevo la risposta) ed a sbagliarne altre due da vero pirla (la risposta la sapevo in entrambi i casi, ma mi è venuta in mente solo dopo aver premuto il pulsante sbagliato), e mi fa finire al terzo posto, a 9 punti dal secondo, una vera e propria inezia. La beffa sta nel fatto che il conduttore decide di premiare non solo il primo, ma anche il secondo, facendomi quindi mangiare ancora più le mani per gli errori da vero deficiente matricolato. :D

Nelle prossime settimane, non avrò molte occasioni per andare a giocare. A Rimini, infatti, dovrei andarci soltanto Martedì prossimo (EDIT: CVD, questo è saltato :D ), visto che nel periodo successivo l’unico amico disposto ad andare fino a lì sarà via per lavoro, mentre a Cesenatico potrei andarci una manciata di volte, bisognerà vedere se gli amici non saranno impegnati con il calcetto o avranno voglia di venire. Salterà invece Cesena, almeno per un mese, visto che per tre Lunedì, dovrei tornare finalmente al cinema, se non si verificheranno contrattempi, visto che ho trovato un multisala che, il Lunedì sera, proietta film in lingua originale (certo, una sola proiezione alle 20.30, ma meglio che niente). Ho utilizzato il condizionale perché avrei già dovuto andarci due settimane fa, ma il film proiettato, che avrebbe dovuto essere Michael Clayton, è stato sostituito all’ultimo momento con Sicko, il documentario di Michael Moore sul sistema sanitario americano che avevo già visto in Estate, addirittura prima dell’uscita americana (a proposito di anteprime, ho avuto modo, una ventina di giorni fa, di vedere American Gangster di Ridley Scott, con Denzel Washington e Russell Crowe… magari gli dedicherò un post nei prossimi tempi, visto che lo ritengo un piccolo capolavoro… Scott è tornato quello dei tempi migliori, dopo 2 decenni di oblio). I film che dovrei andare a vedere, se non me li rimpiazzeranno all’ultimo momento, sono Stardust (e il DVD è da 2 mesi a fianco della scrivania che freme, ma sono riuscito a resistere), The Invasion (lo so già a priori che è un’immondizia, ma 3.50 € per il biglietto si possono anche spendere) e Ratatouille (già visto due volte, sia in DVD che in alta definizione, ma vado volentieri a rivedermelo sul grande schermo, vista la possibilità… molto bello, ma continuo a ritenerlo inferiore a Toy Story 2 e The Incredibiles, i miei preferiti di casa Pixar). Il 26, invece, dovrei andare a Firenze per vedere un musical a cui partecipa un’amica, la morosa di uno degli amici della compagnia. Non sono mai stato nel capoluogo toscano e quindi vado molto volentieri a fare un giro.

Alla prossima settimana, quindi, per un “bel” post musicale (le virgolette sono volute) che manca ormai su questi lidi da troppo tempo. :D

L’archivista

Saturday, November 3rd, 2007

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Se c’è una cosa che colpisce le persone quando entrano per la prima volta in camera mia, sia nel bunker che in quella attuale, oltre al numero inusitato di DVD originali (dovrei essere sui 400, film più film meno… ovviamente ho tutto scritto, solo che non ho voglia di verificare :D ) è la presenza di grosse pile di CD e DVD pieni di materiale, che precedentemente occupavano quasi una scaffalatura, ma che da qualche mese a questa parte, per motivi di spazio dovuti al trasferimento forzoso di camera, sono invece stati inseriti in comodissime borse porta CD/DVD da alcune centinaia di posti. Viene quindi spontaneo chiedersi cosa ci possa essere lì dentro. Tranquilli, nulla di pericoloso, tutto ha a che fare con ciò che si può evincere dal titolo di questo post e su cui avevo già speso due parole la scorsa settimana.

Scaffale DVD - 03/11/2007 - Casa (Cervia) Scaffale DVD-Cofanetti - 03/11/2007 - Casa (Cervia)

I due scaffali pieni di DVD nella camera nuova. I DVD sono disposti in doppia fila (dietro a quelli in vista ce ne sono altrettanti) causa problemi di spazio.

Vengo definito “archivista”, perché ho la tendenza ad accumulare moltissimo materiale audiovisivo di vario genere, oltre che scritto, per poi indicizzarlo ed averlo sempre disponibile per la consultazione in pochi minuti, come se si trattasse di un vero e proprio archivio. Perché lo faccio? Per puro piacere personale, ma anche per creare una specie di memoria storica, sia collettiva che personale, in un periodo in cui si tende facilmente a dimenticare anche ciò che è avvenuto pochi mesi prima, e per tenere sempre traccia di tutto ciò che ho fatto e tutto ciò che è stato fatto negli ambiti non legati direttamente a me stesso che vado ad archiviare. Per quanto riguarda la questione personale, conservo praticamente tutte le e-mail “utili”, sia private che lavorative, che ho scritto e ricevuto dal 1997 in poi (sia lodato Eudora), i log delle chattate fatte tramite il buon vecchio IRC dal 1998 in poi ed i log delle chiacchierate avvenute tramite programmi di Instant Messaging come MSN, GChat ed ICQ dal 1999 in poi (i primi due hanno ormai sostituito l’ultimo, che non uso più con frequenza da un annetto a questa parte, e ne hanno preso quasi completamente il posto). Non dimentichiamo tutto il materiale universitario (2000-2005), tutti quei documenti che riguardano lavoro, salute, banca e via dicendo dal 1997 in poi, ma anche parecchia roba risalente al periodo delle scuole elementari e delle scuole medie, che rischia di essere gettata via molto presto (non dipende da me) causa problemi di spazio e che ho quindi intenzione di digitalizzare quanto prima. Un’altra cosa che vorrei rendere digitale a breve sono tutte le foto “cartacee” presenti in casa, sia mie che del resto della mia famiglia (i filmati girati da mio padre quando acquistò la telecamera almeno 15 anni fa, per poi usarla praticamente solo un biennio, sono già stati convertiti in digitale). Per quanto riguarda il sottoscritto, ci sono parecchie foto della prima metà della mia vita, fino ai 12/13 anni, mentre dopo c’è pochissima roba, in generale, un po’ per tutti. Basti pensare che quasi tutte le foto ed i filmati che mi vedono protagonista, relativi a questi ultimi anni, dal 2000 in poi, sono linkati su questo blog, sia nella My Photo Gallery che nella pagina My Videos (ci sono anche altre foto e filmati, ma proprio una manciata, che invece non andranno mai online, ma che servono comunque per costituire una memoria e per ricordare momenti, a volte anche dimenticati). Bisognerebbe poi anche dire che la mia malattia per l’archiviare si estende anche a tutto quello che riguarda entrate ed uscite. Da diversi anni, infatti, controllo al centesimo ogni spesa ed ogni entrata. Sì, sono malato. :D

Borsoni porta CD/DVD (1) - 03/11/2007 - Casa (Cervia) Borsoni porta CD/DVD (2) - 03/11/2007 - Casa (Cervia)

I borsoni contenenti parte dell’archivio (sì, ce ne sono altri).

Il materiale audiovisivo a cui facevo riferimento nel paragrafo precedente, che archivio ormai da tempo immemore (e di cui mi sembra di aver già parlato in passato), è tutto quello relativo a video musicali e trailer cinematografici. Da buon appassionato di cinema, considero entrambe queste forme espressive, tutte riconducibili alla categoria “pubblicitaria”, estremamente interessanti, sia visivamente che concettualmente. Il video serve per vendere una canzone, un album o un altro prodotto discografico, mentre il trailer fa la stessa cosa ma per quel che riguarda film e produzioni televisive. Li archivio, anche se grazie a YouTube e siti simili è praticamente tutto disponibile in rete (il risparmio in termini di supporti sarebbe notevole), sia per avere una library indipendente dalla rete, sia perché mi piace capire come questi tipi di forme espressive si sono evolute nel tempo (poi è chiaro, anche per rivedere cose particolari di tanto in tanto). Anche questi, come il materiale “personale” sono completamente schedati e, nel caso voglia vedere qualcosa, non mi ci vuole tanto per ritrovarla. Farei la stessa cosa anche con gli spot pubblicitari, ma tenendo conto di quanti ne vengono prodotti, sarebbe davvero un delirio riuscire a mettere insieme un archivio completo come piace a me, motivo per cui tendo a conservare soltanto quelli che mi colpiscono di più.

DVD ancora da vedere e da sistemare - 03/11/2007 - Casa (Cervia)

I DVD acquistati negli ultimi due/tre mesi, che non ho ancora avuto modo di vedere per questioni di tempo (Lost Highway: 2 Disc SE [vers. UK], Smokin’ Aces [vers. UK], Hot Fuzz: 2 Disc SE [vers. UK], Face/Off: 2 Disc SE [vers. USA], Good Night and Good Luck: 2 Disc SE [vers. ITA], Il Labirinto del Fauno: 2 Disc SE [vers. ITA]).

L’archivio di video musicali, in buona parte rigorosamente registrati, per solo uso personale, da canali musicali e affini (l’arrivo del canale MTV Gold, con tutti i suoi video anni ‘80 e primi ‘90, sul bouquet di Sky è una vera e propria manna dal cielo per un appassionato come me), ha ormai superato da qualche tempo, come avevo già accennato qualche tempo addietro, i 10000 video. Tenendo conto che li sto archiviando da relativamente poco, ossia dal 2001 in poi, si parla di circa 1500/1600 video l’anno. Anche la rete risulta indispensabile per un archivio del genere, visto che mi consente di mettere le mani sia su cose molto rare (come, ad esempio, la famosa prima versione del video American Life di Madonna, censurata per contenuti inadatti, andata in onda un paio di volte su alcuni network danesi), sia su video musicali che non vengono trasmessi nel nostro paese, sia su filmati in alta definizione (e certi video, in questo modo, rendono molto di più). L’archivio è poi tutto schedato, non solo per titolo ed artista, ma anche per regista e quello che mi rammarica è che spesso sia molto difficile reperire questa informazione, visto che gran parte dei canali musicali, eccetto MTV ed AllMusic, non hanno ancora capito quanto sia importante (addirittura canali come Match Music, che prima mostravano sempre il nome del regista quando trasmettevano un video, hanno smesso da qualche tempo a questa parte). Poi, come già detto tante altre volte, è risaputo che ogni tanto mi metta a scribacchiare qualche video musicale, con la speranza di riuscire a girarlo, per puro divertimento, prima o poi. Il momento, comunque, potrebbe essere più vicino di quanto sembra (a meno che non si rompa qualcos’altro che mi costringa a spendere soldi per cambiarlo :D ).

La “relazione” con i trailer, invece, dura da molto più a lungo. Credo infatti di aver cominciato a collezionarli/archiviarli nel lontano 1992, ad 11 anni, quando ero solo un ragazzino delle medie appassionato di cinema (lo so, avrei dovuto giocare coi miei coetanei invece che fare ste cose, lo so… :D ). Non possedendo un videoregistratore in camera mia, inizialmente li registravo solo in audio. Tutte le volte che guardavo una videocassetta (da sempre, nelle VHS noleggiate o vendute, ci sono trailer prima del film) o trasmettevano in TV uno dei vari Andiamo al Cinema, Speciale Spettacolo, Appuntamento al Cinema e via dicendo, io ero lì con il mio mangianastri/registratore, richiedendo silenzio assoluto per non disturbare le registrazioni (tra l’altro, dovrei averle ancora da qualche parte). Sono andato avanti così fino al 1994, quando dopo aver ottenuto il mio primo stipendio lavorativo estivo, a 13 anni, mi comprai un videoregistratore. Da quel momento in poi, i trailer vennero registrati come si deve, e proseguii così fino alla fine del 1995, nel momento del trasferimento completo dal Piemonte a Cervia, quando per svariati motivi, fui costretto a smettere. Le cassette piene di trailer registrati in quel modo, però, sono state tutte digitalizzate, quindi il “lavoro” di tutti quegli anni non è stato perso. Dal 1998, grazie alla rete, ho cominciato a rimettere insieme trailer e dal 2001 in poi, da quando ho una connessione ADSL, ho cominciato ad archiviare praticamente TUTTI i trailer disponibili su Internet (ci sono dei siti specializzati, che consentono di trovare anche cose rare o nascoste), trasformandoli in VideoCD, formato leggibile da un comune lettore DVD. Certo, molti perdono qualità in questo modo, ma non è la cosa che mi interessa. Purtroppo, i trailer non sono ancora schedati come vorrei. La mia pignoleria, infatti, mi imporrebbe di rivedermi tutti i CD che li contengono (sono a 177 attualmente, con una media di 40 trailer a CD, fate voi i vostri conti) per segnarmi durata, tipologia di trailer ed altri dati utili. Ci vuole molto tempo libero per una cosa del genere, per cui credo non ne sarò mai in grado, ma può darsi che decida di rischedarli in maniera meno approfondita, semplicemente per sapere su quale disco si trovano.

Ci sono poi altre cose che archivio, di cui però non si può parlare in questa sede (tranquilli, non c’è nulla di fetish o simile, non sono il tipo da fare certe cose :D ). Il prossimo passo, quindi, sarà quello di digitalizzare tutto quello che riguarda il periodo elementari/medie prima che sia buttato via e tutte le foto presenti in questa casa. Ci vorrà del tempo, ma è una cosa che voglio assolutamente fare, se non altro per poter accedere a tutto questo materiale con la massima facilità possibile. Per quanto riguarda il resto, beh, come già detto, il mio sogno sarebbe riuscire a mettere insieme il maggior numero possibile di “commercial” (o spot pubblicitari, per dirla all’italiana), ma mi rendo conto che si tratta di un’impresa titanica, e quindi decisamente impossibile. Per il resto, continuerò ad archiviare come ho fatto finora. :)



Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::spool_analytics() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311
ANTABUSE 500 MG 25 TABLETVENTOLIN APHEXhttp://flavors.me/reviolia