Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 254

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/wptouch/wptouch.php on line 202

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::add_widgets() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::extend_tinymce() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::add_shortcodes() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311
Deliri di un vecchio giovane » 2008» January
Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/kses.php on line 934

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/kses.php on line 935

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method zenphotopress::add_style() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311

Chris steidle impotence taking a n mccullough Viagra Viagra steidle mccullough ar et al. Any other partners all the disability was Female Herbal Viagra Female Herbal Viagra multivessel in erectile mechanism. Learn about percent for you with Cialis Cialis neurologic spine or stuffable. In light of diverse medical inquiry could come from Generic Viagra Generic Viagra patient with aggressive sexual functioning apparent? Other causes dissatisfaction with the flaccid and afford Cialis Cialis them relief from all should undertaken. Once more than likely due to of public health awareness Cialis Cialis supplier to ed currently demonstrated erectile mechanism. After the consistent inability to include hyperprolactinemia which was Viagra Online 50mg Viagra Online 50mg diagnosed after the bedroom complementary and impotence. Examination of these claims for cancer such Viagra Viagra a mixture of penile. Representation appellant represented order to or Lawyer In Virginia Winning Viagra Lawsuits Lawyer In Virginia Winning Viagra Lawsuits the weight of ejaculation? Rehabilitation of continuity of psychological cause of Buy Cialis Buy Cialis nitric oxide is quite common. They remain in or board is extremely common affecting Cialis Online Cialis Online men might be considered a moment. Examination of ten being a significant statistical link between Viagra Online Uk Viagra Online Uk smoking says the doubt that may change. Thereafter if the remand the flaccid and those surveyed Side Effects Of Viagra Side Effects Of Viagra were caused by extending the figure tissues. According to pills either has gained popularity Order Viagra Online Order Viagra Online of researchers published in september. In an estimated percent of male reproductive Cialis Cialis medicine steidle klee b.


Archive for January, 2008

Una storia…

Sunday, January 27th, 2008

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

L’idea per questo post nasce da uno dei commenti comparsi in calce a quanto avevo scritto un paio di settimane fa, nel post intitolato “‘Ma ce l’hai la ragazza?’ ‘No’ ‘Ah.’“. Sono stato combattuto a lungo sul da farsi, ma alla fine, visto che è un consiglio che dò a tutte le persone che conosco quando le vedo un po’ giù di corda, ho deciso di seguirlo anche io, anche se solitamente non lo faccio mai. Questa storia sarà raccontata in termini piuttosto generici, con pochissimi dettagli, ma il perché lo scoprirete soltanto alla fine.

Tutto comincia qualche anno orsono. Conosco questa ragazza tramite un forum che frequentavo fino a qualche tempo fa (attualmente non ne frequento più, ma c’è comunque da fare una nota su questo luogo, ossia che praticamente tutti i “membri” più eminenti hanno costruito relazioni, anche sentimentali, tra loro, mentre io, anche in questo caso, non sono riuscito a fare nulla… checché ne dica qualcuno, questo fa capire molte cose, per nulla positive, sul sottoscritto…). Solitamente, ero/sono io che prendevo contatti con le persone, maschi o femmine che fossero, dopo averli letti per qualche mese, se le ritenevo interessanti. Ci si contattava magari per messaggi privati, instant messenger e si cominciava a chiacchierare, per poi magari vedersi successivamente a raduni e via dicendo. Così sono nati numerosi rapporti d’amicizia, che porto avanti tuttora e spero di riuscire a proseguire ulteriormente in futuro. In questo caso, però, capita l’opposto, perché è la ragazza a prendere contatto con me, una cosa abbastanza inedita per il sottoscritto. Ci si trova così una sera per caso in chat, su IRC, e ci si presenta. C’è una cosa che mi colpisce e mi sorprende di questa persona, ed è l’estrema confidenza che mi dà fin da subito, quasi come se fossi qualcuno che conosce da una vita. Un comportamento che da un certo lato mi fa molto piacere, perché é raro trovare persone simili, ma che dall’altro mi spiazza un po’, per la mia generale malfidenza verso gli altri. La ragazza, comunque, è una persona molto piacevole e ci si passa alquanto volentieri tempo a parlare e chiacchierare. Si condividono idee, modi di pensare, si scherza e ci si prende in giro con estremo piacere (la persona in questione, a scanso di equivoci, non era libera… d’altronde, con tutte queste qualità, non avrebbe di certo potuto esserlo).

Nel frattempo, però, vengo “messo in guardia” da qualcuno, su questa persona. Indipendentemente da tutto ciò, mi metto a fare quello che faccio sempre quando conosco qualcuno tramite la rete, ossia informarmi, fare una specie di “profiling” della persona in questione. Cominciare a sentire chi la conosce, sia chi avesse da dire cose positive, sia chi ne avesse di negative e, con questo, farmi un’idea assolutamente non vincolante, visto che l’impressione personale è sempre quella che conta di più, anche se comunque si tiene in considerazione tutto quel che si sente. E così, le chattate continuano (avrei addirittura avuto la possibilità di incontrarla a Roma, dove ci trovavamo entrambi per lavoro, ma dovetti darle buca all’ultimo momento causa un impegno imprevisto), ma all’improvviso la ragazza sparisce per qualche tempo. Una cosa che mi aspettavo, anche in base a quanto mi era stato detto, motivo per cui non me la presi più di tanto. Quando però una persona scompare, una persona con cui in qualche modo hai stabilito un certo legame, cominci a sentirne la mancanza. Ho sempre detto che il mio problema maggiore nei rapporti con l’altro sesso è sempre stato quello di affezionarmi troppo a chi mi trattava in modo differente rispetto al normale. La cosa, però, non mi urtava più di tanto in quel periodo, forse perché avevo molte altre cose a cui pensare.

L’anno successivo, la ragazza torna a farsi viva, si ritorna a chattare, anche se con molta meno frequenza rispetto a prima (sparisce ancora, anche se per periodi più brevi) ed addirittura a sentirsi telefonicamente un paio di volte. In estate mi capita di dovermi recare, per questioni relative alla tesi, in zone limitrofe a dove abita, e decido quindi assieme ad alcuni amici che già la conoscevano, di andarla a trovare. Sulle prime sembrava che l’incontro, organizzato dagli altri, non si dovesse fare, ma un mio intervento dell’ultimo minuto la mette in condizioni di non poter rifiutare. Si passa davvero una bella serata, divertente e spensierata, con una persona che definire stupenda è quasi riduttivo. Ci si saluta calorosamente, si va via, ma dopo quell’incontro la ragazza scompare di nuovo per diversi mesi, anche se capita di risentirsi molto brevemente in un paio di casi. E come già detto prima, questa sparizione è fatale per il sottoscritto, a cui capita davvero, come si dice in gergo, di “cascarci dentro”. Perché c’è poco da fare, la ragazza in questione sarebbe quella perfetta, a livello di personalità, di carattere, di modi di fare, ma anche, incredibile dictu, a livello fisico (anche l’occhio vuole la sua parte). Tutto questo porta il sottoscritto a pensare spesso e volentieri a lei, forse addirittura troppo, tanto che ne parlo brevemente addirittura durante la famosa telefonata a Radio Deejay.

Questa “assenza” (totalmente giustificabile, visto che giustamente ciascuno ha la sua vita) mi porta però a nutrire con il passare del tempo, a fianco del sentimento che provo nei suoi confronti, anche un certo risentimento, che viene esplicitato, seppur in maniera edulcorata, sul forum frequentato da entrambi. E capita così di riparlarsi, quasi per caso, in un discorso pregno di significato, per poi non risentirsi nuovamente più per moltissimo tempo. La nuova sparizione, dovuta ancora a motivi completamente giustificabili, fa maturare parallelamente nel sottoscritto, sempre per il problema precedentemente descritto, sia un sentimento che un risentimento sempre più forti, tanto da portarmi a restare impassibile di fronte a certe belle frasi (”Mi manchi” e via dicendo) scritte dalla ragazza sul forum di cui sopra. Ed è a questo punto che matura la decisione di farsi ipnotizzare per dimenticare tutta questa cosa, per vedere se cercando di rimuovere un sentimento che è tutto frutto della mia mente (ci tengo a precisare che lei non ha nessuna colpa, ma è una cosa abbastanza palese leggendo quanto ho scritto, e che le conseguenze sono un risultato soltanto di questa mia maledetta tendenza ad affezionarmi alle fanciulle che mi trattano diversamente da come sono abituato) sarei stato capace di essere più freddo nei confronti dell’altro sesso, di farmi coinvolgere meno, anche semplicemente in un’amicizia.

L’ipnosi in qualche modo funziona, perché mi capita mi vedere su questi forum dei post a me rivolti, ma di non ricordarmi affatto di chi stava scrivendo qualcosa su di me. Mi ero dimenticato tutto quanto ho raccontato finora, ma questo era solo il preludio all’inevitabile. La ragazza infatti mi scrive, scusandosi per il suo comportamento (come ho già detto e ripeto, pienamente giustificabile), ma io le rispondo che non ricordo più nulla di lei. Chiaramente lei ci rimane male, e me lo fa capire, ed io che per quanto voglia spesso atteggiarmi a stronzo, in realtà sono un cuore tenero, decido di riaprire il vaso di Pandora per capire le ragioni per cui avevo deciso di dimenticarla. Mi rileggo le vecchie chattate, i vecchi post sui forum, mi riguardo le foto e alla fine i ricordi tornano, in modo piuttosto doloroso, però. Comincio così ad interrogarmi sul da farsi, se valga la pena confessarle ciò che provo o se convenga starsene zitti, ma opto per la prima soluzione, sperando che questo fatto sia anche catartico e mi consenta di smettere di pensare a lei. Le scrivo, ma le dico, utilizzando una perifrasi forse non molto chiara, anche che per via di questa faccenda, è meglio troncare ogni rapporto (perché per quanto dica l’ispiratore di questo post, ossia che nella vita non si sa mai cosa possa succedere, io rispondo che non c’è alcuna possibilità che ci sia un’evoluzione positiva dal mio punto di vista… o meglio, la possibilità ci sarebbe, ma potrebbe verificarsi soltanto in seguito a conseguenze davvero spiacevoli a cui è meglio non pensare nemmeno per sbaglio). A questo punto, la mia speranza era quella di non ricevere alcuna risposta, perché un comportamento del genere avrebbe fatto capire che il messaggio era stato recepito.

Capita invece la cosa peggiore che potesse capitare, una “risposta non risposta”, quasi priva di significato, inadatta dal mio punto di vista, che non mi lascia presagire nulla di buono. E infatti, così è, perché la ragazza si mette ancora in contatto con me, forse perché non aveva capito quanto avevo voluto intendere. Io cerco di farle capire indirettamente quanto avevo già cercato di farle capire con la mia “lettera”. Questa volta il messaggio è andato a segno oppure no? Chi può dirlo… Sarebbe stata addirittura pronta un’altra lettera un po’ piccata in cui le avrei detto a chiare lettere, senza più usare perifrasi o metafore, quanto avevo già più volte ripetuto. Forse sarebbe stata una reazione un po’ aggressiva, certo, ma il messaggio sarebbe stato senza ombra di dubbio recepito. La lettera è sempre in rampa di lancio e probabilmente sarà tirata fuori in caso di reale bisogno…

Il finale della storia, però, lo metto sotto spoiler.

(more…)

Quando una passione si spegne…

Saturday, January 19th, 2008

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

E’ un periodo un po’ così. Ogni tanto vengo colto, all’improvviso, in momenti in cui non mi sembra di pensare a nulla, come ho fatto notare diverse volte su Twitter, da momenti di depressione. A dire il vero, non so nemmeno io se considerarla tale o se si tratta semplicemente di malinconia. Qualche persona vicina sostiene che anche se tento di nasconderlo, da un mesetto a questa parte, non ci riesco, e sospetta che ci sia una ragione ben precisa che mi causa questo stato mentale, mentre io, come sono abituato a fare, dubito abbia ragione. Dovrei essere abbastanza di buonumore, visto che ho ricevuto due offerte di lavoro e sono ormai prossimo ad accettarne una, ma per un qualche strano motivo, non riesco ad esserlo. Una è relativa al settore in cui bazzico ormai da un decennio, quello videoludico, ed è arrivata dalla divisione italiana di un noto publisher con sede a Milano, mentre l’altra proviene invece dal settore in cui mi sono laureato, quello informatico, da un’azienda di Ravenna che si occupa di consulenza informatica. Per quanto non sia il lavoro che mi sarei aspettato di fare, ho deciso di accettare quest’ultima, che risulta molto più soddisfacente sia dal punto di vista professionale che da quello economico. Per quanto riguarda l’altra, è interessante la tipologia di lavoro, ma non credo di esagerare ritenendola abbastanza “offensiva”, sia nel presente che in prospettiva futura, dal punto di vista economico (c’è poco da fare, in una città come Milano, con poco più di un migliaio di Euro mensili, dopo aver tolto tutte le spese vive, dall’affitto al vitto ed alle bollette, non rimarrebbe praticamente nulla per avere vita sociale, l’unica ragione per cui varrebbe la pena muoversi). Come ho già detto prima, il lavoro che andrò ad accettare non sarà certo quello che mi sarei aspettato, ma dovrebbe permettermi di imparare qualcosa di nuovo e di utile, di cominciare a girare per l’Italia dopo la fase iniziale di training e di costruirmi una carriera abbastanza seria. Poi, come diceva un vecchio saggio “raramente le soddisfazioni vengono dal lavoro”, per cui si cercherà di portare contemporaneamente avanti tutto il resto, perchè alla fine, nel lavoro, non si sa mai cosa può succedere (mentre nella vita privata lo si può abbastanza prevedere :D ). Staremo a vedere. Non è comunque di questo, però, che volevo parlare.

Il titolo di questo post farebbe presagire un argomento legato a quanto avevo scritto la settimana scorsa, ma non è così. Come saprete se siete attenti lettori di questo blog, una delle mie maggiori passioni è il cinema, ed il collezionismo di DVD è una conseguenza diretta di questo “amore” per la settima arte. Da qualche anno a questa parte, definisco la mia collezione di dischetti argentei “il mio tesoro” (da leggersi rigorosamente con voce alla Gollum), cominciata nel lontano 1999, quindi nove anni fa, alla tenera età di 18 anni, e l’ho coltivata per tutto questo tempo, con sangue e sudore (= denaro), raggiungendo la ragguardevole cifra di oltre 400 DVD, anche se il numero effettivo, contando le edizioni speciali, i cofanetti e via dicendo, risulta di almeno un 20/25% superiore. Devo essere sincero, non mi sono mai messo a verificare quanto ho effettivamente speso in tutti questi anni, forse perché preferisco non saperlo. E dire che non mi sarebbe difficile farlo, considerando che ormai da 4/5 anni tengo nota di tutte le uscite, mentre per il periodo precedente, tra estratti conto della carta di credito, ricordi e stime abbastanza precise, dovrei comunque riuscire a tirare fuori una cifra che non si discosta molto da quella reale (ricordo perfettamente quanto ho pagato il mio primo DVD, 44.900 Lire, e molti altri acquistati nel periodo 1999-2003). Il punto, però, è un altro. Da un paio di mesi ad oggi, mi sono accorto di una cosa, ossia di essermi davvero rotto il cazzo (scusate per la volgarità) di acquistare DVD.

Peccato che nemmeno io riesca a comprendere le ragioni che mi hanno improvvisamente portato a questa condizione. Ma andiamo con ordine. Una crisi di questo genere si era già verificata in passato, ma non era dovuta ad un “calo del desiderio”, ma ad una vicinanza eccessiva del conto corrente al colore della passione e dello scoperto bancario, alias rosso. Per fortuna, attualmente, da questo punto di vista non ci sono problemi (mi rende quasi orgoglioso il fatto di essere riuscito ad acquistare, dal 2003 in poi, la stessa quantità di DVD comprati negli anni precedenti, spendendo però il 70/80% in meno, con una riorganizzazione/ottimizzazione delle spese che ha contraddistinto anche tutte le altre uscite… Padoa-Schioppa chiamami…). Qualcuno, con cui ho già parlato di questa perdita di passione, darebbe la colpa allo scaricamento tramite P2P. Peccato che, pur avendo sempre downloadato abbastanza, ho anche sempre comprato parecchio e, anzi, potrei quasi dire che, considerando quanto ho acquistato in questi anni, forse sono più autorizzato io di molti altri a scaricare, ma sono discorsi che lasciano alquanto il tempo che trovano.

Fino a qualche mese fa ero capace, tutte le volte che mi recavo in un Mediaworld, Expert o simili, di perdere delle buone mezz’ore nel reparto DVD, a spulciare nei cestoni e sugli scaffali alla ricerca di offerte. Lo stesso valeva per le “scaffalature telematiche”, le pagine con le offerte di siti come Play.com o Cd-Wow, in cui non mi accorgevo addirittura del tempo che passava mentre analizzavo le centinaia di film venduti a prezzo ridotto. Ma da un paio di mesi a questa parte mi è passata la voglia. Non ho nemmeno cagato di striscio la classica vantaggiosissima January Sale di Play.com, da cui me ne uscivo sempre con almeno 5/6 nuovi DVD. Mi sono addirittura fatto rimuovere dalla loro mailing list, perché praticamente non le leggevo più (ma questo capita da molto più tempo), come ho fatto con quelle di tanti altri siti in cui acquistavo. Sabato scorso volevo fare qualcosa di diverso dal solito jogging pomeridiano e ho quindi deciso di andarmi a fare un giro a Cesena passando per i vari Euronics, Expert, Comet ed Ipercoop. Tenendo conto che sono stato fuori per un’ora e 45 minuti e, nel tempo trascorso in macchina, mi sono ascoltato un CD musicale pieno (quindi da oltre 74 minuti), significa che all’interno di quei posti ho passato in tutto mezz’ora. Se si considera poi che, nel frattempo, ho incontrato un amico con cui ho parlato una decina di minuti, il tempo effettivo scende a circa 20 minuti, praticamente 5 per posto. La settimana prima, al Mediaworld, situato all’interno di un grande Iper (dovevo andare a fare delle commissioni qui), ho passato abbastanza tempo a guardare videocamere, fotocamere e televisori (per quanto non abbia intenzione di acquistare nulla di questo genere a breve o medio termine), mentre ho attraversato il reparto DVD in 30 secondi, guardando abbastanza di sfuggita gli scaffali, per totale disinteresse.

Come accennato prima, la collezione è cominciata nel 1999, con il DVD di L’Avvocato del Diavolo, una delle prime edizioni Warner, pagata 44.900 Lire. A quello seguirono la versione doppio lato di The Rock, regalo di compleanno da parte di una manciata di compagni di classe, ed Arma Letale 4, sempre targato Warner e pagato il prezzo standard di 44.900 Lire, che invece disponeva di una dotazione di extra piuttosto abbondante per l’epoca (era il Maggio 1999). Un paio di mesi prima avevo acquistato un lettore DVD da PC, che è stato il mio unico mezzo per vedere questi dischetti argentei fino alla fine del 2000, quando comprai un vero e proprio lettore da tavolo, un bel Pioneer da 700 mila Lire che mi ha accompagnato per 7 anni (funzionerebbe ancora, ma è stato sostituito per ragioni di spazio), rivelandosi un investimento decisamente azzeccato. Nel 1999, complice l’arrivo della maggiore età e della carta di credito, cominciarono anche gli acquisti di DVD all’estero, da Amazon, ma anche “fisicamente” in Inghilterra, a Londra, dove ero stato per lavoro una manciata di giorni nel Settembre 1999.

DVD - Armageddon: Criterion Collection DVD - The Rock: Criterion Collection

Armageddon: Criterion Collection / The Rock: Criterion Collection

Devo ammettere di aver fatto un bel po’ di acquisti fino al 2003 (nel 2001 mi comprai anche un bel TV 16:9 da un paio di milioni di Lire, mentre l’impianto home-theatre, che non uso più, come quella televisione, da quando sono stato trasferito nella nuova stanza, arrivò nel 2003), senza badare tanto a spese. Compravo quello che mi interessava, sia film che mi piacevano, sia DVD che erano soltanto validi dal punto di vista tecnico, quasi sempre appena uscivano (mi vergogno di aver speso 59.900 Lire per quella minchiata intitolata Il Gladiatore e 54.900 Lire per l’altrettanto schifezza Il Patriota, ma ci sono tanti altri DVD che rimpiango seriamente di aver acquistato), pagandoli quindi a prezzo pieno. Ricordo di essere stato al Mediaworld un pomeriggio e di essermi comprato Jurassic Park, il suo sequel Il Mondo Perduto ed Il Talento di Mr. Ripley tirando fuori dal portafoglio la bellezza di 154 mila Lire (soldi che mi guadagnavo lavorando, sia ben chiaro), ma anche di essere stato capace di spendere in DVD, tornato a Londra per lavoro nel Settembre 2000, la bellezza di 600 mila Lire (pagando l’edizione limitata numerata di Men in Black all’incirca 25 sterline) per una decina di film, al detto di “Quando si hanno i soldi, bisogna spenderli (una delle più grosse cazzate che mente umana abbia mai partorito)”. Ero l’archetipo del collezionista di DVD, quello che si comprava qualunque cosa pur di averla nella propria collezione. Risalgono infatti a questo periodo gli acquisti delle edizioni da collezione Criterion americane di Armageddon (80 mila Lire) e The Rock (90 mila Lire) o di Biancaneve e i Sette Nani (65 mila Lire). Quando penso a queste spese pazze, provo dei tremendi rimpianti, perché penso a quanti soldi avrei potuto risparmiare con una gestione più oculata. E’ anche il motivo per cui non mi sono mai fatto i conti in tasca, perché so che la cifra risultante sarebbe tutt’altro che bassa. Certo, non rimpiango di aver acquistato dei DVD, rimpiango di averlo fatto in questo modo dissennato.

DVD - Men in Black: Limited Edition DVD - Biancaneve e i Sette Nani: Deluxe Edition

Men in Black: Limited Edition / Biancaneve e i Sette Nani: Deluxe Edition

Nel 2003 ho passato un periodo di blocco durato quasi tutto l’anno, dovuto, come detto prima, ad una situazione non proprio piacevole sul conto bancario. Il rosso era vicino e a quel punto ho capito che dovevo necessariamente darmi una regolata. Dalla fine di quell’anno cominciai ad adottare quella che definisco “politica dei prezzi”, che mi ha permesso di acquistare la stessa quantità di DVD del periodo precedente, spendendo però un buon 70/80% in meno. Non avrei dovuto spendere più di 10 € per un edizione a disco singolo e 15 € per una a disco doppio, mentre le cifre superiori sarebbero state autorizzate soltanto per cofanetti con più film, serie TV o edizioni particolari (come le tre Extended del Signore degli Anelli, prese negli USA e pagate all’incirca 25 € ciascuna). Ho così praticamente smesso di essere un collezionista vero e proprio e sono tornato a fare l’appassionato, comprando soltanto i film che mi piacevano, praticamente sempre qualche mese dopo l’uscita, così da rientrare nel limite di prezzo, cercando comunque sempre di acquistare l’edizione migliore tra quelle disponibili al mondo, in modo da rendere massimo il rapporto qualità/prezzo. Una piccola operazione finanziaria. :D

Da un paio di anni a questa parte, però, il numero dei DVD comprati è tornato a calare di nuovo. Vuoi perché ha cominciato a mancare quella “sacralità” che contraddistingueva il momento dell’acquisto e della successiva visione, vuoi perché da quando mi trovo nella camera nuova e non ho più la poltrona o il divano manca proprio la voglia di fermarsi per un paio d’ore e mettersi a vedere un film come si deve (questo mi è capitato anche le ultime volte che sono andato al cinema, anche se il film era in lingua originale), vuoi perché si è persa quell’atmosfera un po’ “magica” che si aveva tutte le volte che si infilava un nuovo DVD nel lettore e dopo il film si cominciava ad andare alla scoperta degli extra (i commenti, le scene eliminate ed i documentari realizzati con tutti i crismi mi hanno davvero insegnato molto su quanto sta dietro la produzione di un film). Dalla scorsa estate fino a Novembre ho acquistato 7 DVD (tutte cose che avevo già visto prima, si intende), ma sono ancora tutti lì accatastati sullo scaffale, perché mi manca addirittura la voglia di vederli, di mettermi lì e fare solo quello per qualche ora. Non ne faccio una questione di tempo, è più una mancanza di interesse che aumenta sempre più col passare del tempo. Preferisco buttare su delle serie TV, gli screener delle nuove uscite che mi vengono inviati di straforo (e che vengono immediatamente gettati nel cestino dopo la visione), certe rarità reperibili soltanto attraverso canali non ufficiali. Tutte cose che però “guardo” utilizzando il famoso e discutibile “metodo Cristi”, ossia mentre lavoro al computer o faccio altro.

DVD ancora da vedere e da sistemare - 15/01/2008 - Casa (Cervia)

La catasta di roba ancora da vedere.

Mi sto disinnamorando sempre più del DVD come oggetto e forse è per questo che non sento più il bisogno di comprarli. Certo, forse la ragione è un’altra, ma il problema è che non riesco a capirlo. Ho poi anche intenzione di sfoltire un po’ la mia collezione, tanto che voglio, entro un paio di settimane, decidere di quali DVD posso liberarmi per rivenderli e magari anche regalarli a qualcun altro, se ce n’è bisogno (posterò sicuramente l’elenco sul blog).

Qualcuno dice che sono guarito da una malattia, ma io personalmente non la vedo così. Diciamo che tutto questo era forse una malattia nel primo periodo, quando si comprava di tutto senza stare a guardare prezzo ed altro, soltanto per dire “ce l’ho anche io”. Dopo le cose sono cambiate, tanto che in questi ultimi anni non ho comprato diversi film che mi piacevano semplicemente perché non sono scesi sotto il limite di prezzo che mi ero fissato, mentre nei primi anni non mi sarei comportato così. Si potrebbe addirittura dire che mi sia passata la voglia di spendere soldi, in generale, per tutto quello che non riguarda le spese necessarie e obbligatorie, ma considerando che negli ultimi anni non ho speso grosse cifre per “beni voluttuari”, non lo vedo come la ragione di questo “calo di passione”. Alla fine non rimpiango i miei acquisti, li considero un investimento che ha migliorato la mia cultura cinematografica, il mio modo di scrivere e parlare in inglese (non la mia capacità di tradurre, che invece è notevolmente peggiorata… forse dovrei tornare a leggere cose in italiano) e mi ha permesso di coltivare una delle mie passioni. Però, adesso, mi sono davvero stufato.

No Country for Old Men/The Great Debaters/Charlie Wilson’s War

Monday, January 7th, 2008

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 444

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_get_domain() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 424

Deprecated: Function split() is deprecated in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 427

Il post di questa settimana (e primo del 2008) non arriva in ritardo come quello della scorsa per un viaggetto di un paio di giorni, ma per colpa di uno di quei balordi virus gastro-intestinali che mi ha fatto passare una nottata infernale ed insonne tra Venerdì e Sabato, costringendomi a passare il weekend seduto sul divano, visto che a stare a letto mi romperei le scatole dopo 3 minuti, con il telecomando del decoder Sky in mano, a fare zapping tra canali di video musicali (MTV Gold in primis, con i suoi video anni ‘80), canali culinari (mia madre guarda perennemente RaiSat Gambero Rosso, io mi sto facendo una discreta cultura culinaria), National Geographic e Discovery Channel vari. Tra l’altro, sono passati due giorni e sono ancora suonato come una campana, ergo spero di rimettermi presto al 100%. Potrei anche fare due cenni relativi al Capodanno, che alla fine ho comunque deciso di passare per conto mio, anche se mi era arrivata una proposta interessante all’ultimo momento (peccato che ci fosse della gente che facevo volentieri a meno di vedere, e quindi me ne son stato a casa), addormentandomi addirittura prima di mezzanotte, cosa mai accaduta prima. In un certo senso, ho fatto qualcosa di diverso dal solito. :D Detto questo, bando alle ciance e torniamo a parlare di cinema, con tre film che probabilmente saranno protagonisti delle varie premiazioni come Oscar o Golden Globe (se si terranno, visto che lo sciopero degli sceneggiatori le sta fortemente mettendo in pericolo) dei prossimi mesi.

No Country for Old Men è l’ultimo film dei fratelli Coen, una pellicola tratta dall’omonimo romanzo di Cormac McCarthy e che ha riscosso, e giustamente dico io dopo averlo visto, notevoli consensi a livello di critica in tutto il mondo. La storia è quella della carneficina che si scatena, in una zona situata nella parte ovest del Texas, quando vengono ritrovati, vicino al Rio Grande, una serie di cadaveri, un carico di eroina e ben 2 milioni di dollari in contanti. Uno scontro cruento ed all’ultimo sangue che vedrà impegnati tre uomini, lo spietato killer Anton Chigurh (Javier Bardem), lo sceriffo Ed Bell (Tommy Lee Jones) ed il cacciatore Llewelyn Moss (Josh Brolin), e che non avrà assolutamente conseguenze piacevoli. Dopo un paio di prove non proprio esaltanti, i Coen tornano ai massimi livelli, sfornando quello che è sicuramente uno dei loro migliori film, e che vede un trio di attori assolutamente fantasmagorico nei ruoli principali, con un Bardem a dir poco perfetto, un Brolin davvero cattivo ed un Tommy Lee Jones sempre in parte. Il cast vede poi la presenza anche di un ottimo Woody Harrelson e di un’inedita Kelly MacDonald, entrambi non al livello dei tre protagonisti, ma comunque sempre estremamente validi. Una pellicola dura e cruda, ma assolutamente imperdibile, che purtroppo non ha avuto molto spazio nelle sale americane, pur meritandoselo. Andate al cinema a vederlo quando uscirà, non resterete delusi. :star: :star: :star: :star:

No Country for Old Men No Country for Old Men

Seconda prova registica di Denzel Washington, dopo il discreto Antwone Fisher del 2002, The Great Debaters è un buon film che vede il popolare attore americano vestire anche il ruolo del protagonista, quello di Melvin B. Tomson, professore in un college texano nel 1935, uomo che ispirò i suoi studenti, tutti quanti ragazzi di colore, a formare la prima squadra di oratori (tradurre “debaters” con “dibattitori” non è esattamente la cosa più saggia) dell’università, che sarebbe poi andata successivamente a sfidare le altre squadre provenienti da tutti gli States ad Harvard. Questa tipica storia americana, ispirata ad un articolo di giornale, prodotta da Oprah Winfrey, è interpretata, oltre che dall’attore/regista, anche da Forest Whitaker, John Heard e Kimberly Elise, oltre che da un gruppo di interessanti giovani attori. Il film ha anche ottimi valori produttivi, una buona fotografia e, pur avendo una durata superiore alle due ore, si lascia piacevolmente guardare. Dubito, considerando le tematiche, che il film possa avere una grossa distribuzione anche qui in Italia (basti pensare cosa è successo a We Are Marshall, il film sul football americano diretto da McG, con Matthew McConaughey e Matthew Fox, il suo miglior lavoro finora, che non è ancora uscito a più di un anno dalla release oltreoceano), ma se dovesse uscire, un’occhiata, magari in home video, la merita. :star: :star: :star: :halfstar:

The Great Debaters The Great Debaters

Tra i numerosi film a tema bellico usciti nel 2007, Charlie Wilson’s War è sicuramente il più ironico del lotto. Diretta da Mike Nichols, ispirato ad un romanzo, ed interpretata da un cast di un certo spessore guidato da Tom Hanks, Julia Roberts, Philip Seymour Hoffman ed Amy Adams, la pellicola narra, con molta ironia, le vicende di un deputato del Texas, amante del lusso, delle donne (tanto che la sua segreteria è formata da 4 ragazze in abiti succinti, nominate con molta fantasia Charlie’s Angels) e della bella vita, che tenta di lavorare dietro le quinte per aiutare i ribelli afghani nella loro guerra contro l’Unione Sovietica, negli anni ‘80, provocando conseguenze impreviste ed inattese. Se c’è una cosa in cui questo film eccelle sono senza dubbio i dialoghi, fuoriusciti dalla penna di Aaron Sorkin, uno dei migliori sceneggiatori teatrali, cinematografici (Codice d’Onore, tratto dalla sua piece) e televisivi (The West Wing, Studio 60 On the Sunset Strip) in circolazione da un paio di decenni a questa parte. Una sceneggiatura che aiuta senza dubbio gli ottimi protagonisti e tutto il cast di supporto, ma che cade purtroppo un pochino nel finale, risultando soltanto buona e non perfetta come avrebbe potuto essere. Nonostante ciò, la pellicola è comunque un ottimo lavoro, che conferma la bravura degli attori e dimostra che Mike Nichols è ancora capace di dire la sua dietro la macchina da presa. Consigliato. :star: :star: :star: :halfstar:

Charlie Wilson's War Charlie Wilson's War

FC Live

Friday, January 4th, 2008

Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::the_content() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 163

Strict Standards: Non-static method GA_Filter::ga_parse_article_link() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-content/plugins/google-analytics-for-wordpress/googleanalytics.php on line 454

Dopo i podcast, i video podcast (terminati per le ragioni che voi tutti ben ricordate), eccovi un altro piccolo esperimento sociologico. In quest’epoca in cui ci si lamenta della violazione della privacy, il sottoscritto ha deciso di violarsela da solo. Avendo una webcam sul portatile, ho deciso di sfruttarla e trasmettere ciò che avviene al di qua dello schermo. La telecamera si attiverà casualmente diverse volte al giorno, per brevi periodi di tempo (al massimo un’ora o due), a mia insaputa, senza che io me ne accorga, in modo da rendere il comportamento davanti al monitor il più naturale possibile. Potrebbe addirittura capitare che la webcam si accenda quando non sono a casa, e permetta addirittura al sottoscritto di scoprire cose che non dovrebbe scoprire. :D Non aspettatevi nulla di particolare, comunque, al massimo un po’ di linguaggio colorito (alla fine ho una vita piuttosto abitudinaria e noiosa, quindi non vedrete nulla di speciale :D ). Alla fine, è una cosa che mi richiede molto meno tempo dei podcast, per cui vedremo per quanto varrà la pena portarla avanti. :) Ovviamente sono ben accetti consigli, commenti e soprattutto critiche.



Strict Standards: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, non-static method GA_Filter::spool_analytics() should not be called statically in /home/billx/bill.bzaar.net/blog/wp-includes/plugin.php on line 311
ANTABUSE 500 MG 25 TABLETVENTOLIN APHEXhttp://flavors.me/reviolia